Il Morellino di Scansano protagonista al Vinitaly con oltre 40 cantine ed una masterclass

A pochi giorni dall’inaugurazione della 52° edizione di Vinitaly, il Consorzio di Tutela Morellino di Scansano è pronto per la tradizionale trasferta veronese. Dal 15 al 18 aprile, nel desk consortile (Padiglione 9, stand B17), si potrà scegliere tra oltre 70 vini di circa 50 aziende disponibili in degustazione. Proprio qui sono inoltre attesi gruppi di buyer provenienti da Canada, Norvegia, Francia, Austria, Svizzera, Inghilterra e Cina, per un totale di 45 operatori interessati a conoscere più da vicino il Morellino di Scansano.

Per chi desiderasse ampliare ulteriormente le degustazioni, non mancheranno certo le possibilità: oltre 40 cantine del territorio disporranno nell’ambito della fiera di uno spazio espositivo autonomo, dove proporranno i loro vini più rappresentativi.

La produzione media annua di Morellino di Scansano si attesta su circa 10 milioni di bottiglie, di cui il 75% prende la strada dell’Italia e il 25% quella dell’estero” ha commentato Rossano Teglielli, Presidente del Consorzio. “Il 2017 è stato un anno complicato, in cui diversi fattori tra cui la siccità e le gelate primaverili hanno portato a un calo complessivo della nostra produzione del 26,4%. Nonostante la perdita in termini di volume, la qualità dei vini è risultata ottima e se ne potrà avere un assaggio già in occasione di Vinitaly, dove ci presenteremo con un’ampia selezione di aziende ed etichette”.

“Il Consorzio e i suoi produttori conoscono bene le caratteristiche e il potenziale del Sangiovese della Maremma” aggiunge Alessio Durazzi, Direttore del Consorzio. “Da questa consapevolezza è nata l’idea di organizzare in occasione di Vinitaly una degustazione che potesse mostrare, oltre alla freschezza e all’immediatezza che è tradizionalmente apprezzata nel Morellino di Scansano, anche quei tratti meno noti che emergono quando viene lasciato riposare qualche anno in bottiglia”.

 

La masterclass “Morellino di Scansano: tra immediatezza e longevità” è in programma lunedì 16 aprile alle 11 nella sala degustazioni C, Hall 10, primo piano, con accesso su invito. Sarà Filippo Bartolotta, sommelier, giornalista e critico enogastronomico, a guidare i presenti in un viaggio nel tempo dal 1990 al 2017, attraverso le undici etichette di otto diverse annate delle cantine Morisfarms, Santa Lucia, Fattoria Acquaviva, Fattoria Mantellassi, Roccapesta, Val delle Rose, Marchesi de’ Frescobaldi, Laselva, Conte Guicciardini – Massi di Mandorlaia, Monterò – Monterozzino.

 

Per ulteriori informazioni:

Sito web: www.consorziomorellino.it
Facebook: https://www.facebook.com/ConsorzioTutelaMorellinoDiScansano

 

LA DENOMINAZIONE E IL CONSORZIO TUTELA MORELLINO DI SCANSANO
Riconosciuto denominazione di origine controllata nel 1978, il Morellino di Scansano festeggia quest’anno i suoi primi 40 anni. In questo periodo molto è stato fatto per la sua valorizzazione, in virtù delle sue qualità intrinseche e della crescente rinomanza internazionale, tanto da ottenere nel 2006 la Denominazione di Origine Controllata e Garantita, a partire dalla vendemmia 2007.
Attivo in questa opera di promozione e tutela il Consorzio Tutela Morellino di Scansano, nato nel 1992 per volontà di un piccolo gruppo di produttori. Nel corso degli anni il Consorzio è andato man mano ampliando il comparto associativo, fino ad accogliere più di 200 soci, oltre 90 dei quali con almeno una propria etichetta di Morellino di Scansano sul mercato.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *